13/12/2016 TERRA MADRE DAY ISCHIA E PROCIDA MERENDIAMOCI:UNA MERENDA INTERCONTINENTALE

Lascia un commento

15326497_10210728543439997_4694189323609424178_nI bimbi del Terra Madre day alla scoperta del cibo locale con la condotta Slow Food di Ischia e Procida
“ …Cogliendo quest’opportunità con passione e con una vasta partecipazione, possiamo dar vita a uno dei più importanti eventi collettivi di celebrazione della diversità dei cibi mai realizzati su scala globale. Una rivoluzione globale può nascere soltanto da radici locali e le nostre comunità con le loro iniziative possono rafforzare il movimento di opposizione alle aberrazioni dell’industria agroalimentare. Sarà per tutti noi un forte stimolo e un motivo di rinnovato orgoglio per ciò che stiamo facendo localmente, con la consapevolezza di far parte di una rete globale per il cambiamento.”
È così, con le parole di Carlo Petrini, Presidente Slow Food, che vi raccontiamo l’essenza del Terra madre day. L’intento della condotta Slow Food di Ischia e Procida “Filippo Di Costanzo” è quello di coinvolgere nella “rivoluzione” anche le nuove generazioni con una merenda locale. L’appuntamento è per il 13 Dicembre 2016 e sarà l’occasione per i bambini delle scuole di Ischia di fare merenda con i bambini di altre parti del mondo. Quest’ anno avremo in collegamento i bambini slow food Chacara di Batatis in Brasile e i ragazzi dell’Aquila i collaborazione con slow food L’Aquila”, in diretta dal mercato contadino rispecchiando più che mai il tema di questo 2016: “Ama la terra, difendi il futuro!”. Dopo aver messo in comunicazione i bimbi delle diverse zone dell’isola (Testaccio, Fiaiano, Ischia) si costruirà la rete isolana attraverso la gara, per poi passare alla conoscenza dei ragazzi dell’Aquila e infine ai bimbi di Batatais in Brasile, tutti uniti grazie al potere del cibo. Al “servizio” della conoscenza di quest’ultimo ci saranno diverse personalità e specialisti del settore come per esempio lo chef stellato Pasquale Palamaro, la giornalista Isabella Puca, l’ingegnere Giancarlo Carriero, titolare dell’albergo del Regina Isabella, Agostino d’Ambra, della trattoria Il Focolare, Ivano Veccia, pizzaiolo, il Cap. Andrea Centrella, capitano dei Carabinieri e il comandante De Angelis della Capitaneria di porto. Saranno loro a giudicare i biscotti più buoni preparati dalle mani dei bambini. La nostra speranza è di riuscire a gettare un seme nella testa e nel cuore di questi bambini sulle tematiche di ambiente, Cibo, convivialità, collaborazione, pace, agricoltura, sapori, difesa del territorio, sostenibilità e tanto altro. BUON TERRA MADRE DAY!

TERRA MADRE DAY: “SON TUTTE BELLE LE MAMME DEL MONDO… E NOI CHE FIGLI SIAMO! “ SPOSTATA AL 21 Marzo 2017

 

 

Annunci

LABORATORIO DEL GUSTO®: L’OLIO

Lascia un commento

2016-lab-del-gusto-olio

 

FINALMENTE  APPRODIAMO A PROCIDA  nostri cugini isolani.

E’ CON IMMENSO PIACERE CHE VI ANNUNCIO CHE

*** DATA   mercoledì 30/11/2016   ore 14.45 /16.30 

*** INTRODUZIONE  Riccardo d’Ambra Fiduciario onorario del comitato di condotta

*** RELATORI: Silvia d’Ambra – Angelo Lo Conte 

*** LUOGO: Ciro e Antonio titolari del ristorante “UN PASSO DAL MARE” 

Via Roma (porto) Procida 

*** COSTO: 15 euro 

*** info prenotazioni: 

3407336816 Silvia / 3337100480 Federica –

Salvatore Trapanese 3382529423  mail:  f.dambra@libero.it 

TEMI:

 

L’’Olio Extravergine di Oliva Italiano nel rapporto tra i contadini ed i coproduttori.

  • Scopriamo le differenze tra oli della stessa varietà, le sfumature che caratterizzano gli oli delle differenti regioni olivicole della Campania ed il legame prodigioso tra territorio e produzioni olivicole.
  • Il ruolo del coproduttore nel complesso sistema olivicolo mondiale.
  • Il progetto Slow Food Presidio Nazionale dell’Olio Extravergine di Oliva come arma per rianimare gli Olivicoltori resilienti ed affiancarli nella coltivazione degli olivi secolari, patrimonio di biodiversità, risorsa paesaggistica ma soprattutto in grado di produrre oli dall’altissimo valore nutraceutico.
  • La Guida agli Extravergini di Slow Food Editore come unica risorsa per valorizzare le piccole ma straordinarie produzioni dei contadini/olivicoltori di tutta la Penisola.

COSA E’ UN LABORATORIO DEL GUSTO®?

E’ la formula smart di slow food dell’approccio alla conoscenza del cibo. Per diventare da “consumatori” a coproduttori” , i coproduttori sono consumatori consapevoli, che vanno al di la della scelta del cibo come nutrimento, ma che vedono il cibo come un percorso che coinvolge ambiente, storia, territorio cultura ,uomini e sapori

 

MasterOfFood FORMAGGIO 8/9/15/16 Novembre 2016

Lascia un commento

1

In Italia i golosi di formaggio sono molti, ma spesso, per mancanza di informazione, finiscono per essere un po’ monofagi consumando quasi sempre gli stessi formaggi. Eppure il nostro Paese è una miniera di

prodotti caseari: basti pensare che ne abbiamo a disposizione più di 400! Ecco il corso giusto per conoscerli e cominciare ad apprezzarli: un’immersione totale in un mare di formaggi: un ciclo di quattro incontri sulla produzione casearia italiana dal formaggio di malga al prodotto industriale.
In queste lezioni, si forniranno le basi teorico-pratiche per riconoscere e valutare le diverse tipologie di formaggio: dagli strumenti della degustazione alla descrizione del latte e delle razze, fino alle tecnologie, alla legislazione, alla conservazione, agli aspetti nutrizionali e ai suggerimenti per il miglior uso gastronomico. In ogni incontro una degustazione di alcuni formaggi di diverse provenienze e caratteristiche permetterà di mettere in pratica le cognizioni gustative di ogni corsista.

MasterOfFood FORMAGGIO 8/9/15/16 Novembre 2016

ore 15.00 – 17.00  LUOGOHotel VILLA  MARIA  Piazza Antica Reggia  ISCHIA PORTO

costo master:– soci in regola 100,00 /non soci 110,00/-under 25  70,00 euro/

Singolo incontro 40,00 euro

 

   SONO Gi aperte le iscrizioni al

– Silvia 340 7336816/   -Federica 3337100480 – f.dambra@libero.it
Prima lezione
Dal pascolo alla produzione.
Il latte… anzi i latti.
Le principali razze italiane da latte: vacche, pecore e capre.
Il latte di varie specie: composizione chimica e batteriologica.
I principali fattori che influenzano la produzione del latte.
L’alimentazione degli animali.
La biodiversità nel latte.
Prime prove di assaggio: la vista.

Seconda lezione
Dal latte al formaggio.
Le fasi e le tecniche produttive.
Il processo di caseificazione.
Il ruolo dei microrganismi nella maturazione dei formaggi.
Degustazione.

Terza lezione
Classificazione dei formaggi.
Stagionatura e affinamento.
Riconoscere i difetti.
La tecnica d’assaggio e la degustazione.

Quarta lezione
Aspetti nutrizionali e gastronomia.
Legislazione.
I Presìdi Slow Food.
Aspetti nutrizionali e lettura delle etichette.
Il carrello dei formaggi: taglio e conservazione.

I formaggi nella gastronomia.
La tecnica d’assaggio e la degustazione.

 

C.S.: Anche Slow Food Ischia e Procida a “Terra Madre Salone del Gusto di Torino- Voler bene alla terra”

Lascia un commento

Con Slow Food per promuovere le isole slow e il manifesto di Ventotene

 

salone-gustoCi sono anche Ischia e Procida, attraverso i fagioli zampognari e i limoni procidani, al Salone del Gusto di Torino, dovesabato 24 settembre alle 12.00, al circolo dei Lettori, la “rete delle isole slow” si racconta dopo la stesura del manifesto di Ventotene, che privilegia una visione illuminata del loro futuro rivendicando, tra l’altro, “il diritto a un turismo non invasivo ma al contempo non esclusivo, nel rispetto dei fragili equilibri ambientali e sociali”.
L’appuntamento rientra nell’ambito di “Terra Madre Salone del gusto”, l’evento di respiro mondiale di Slow Food  che ruota attorno al cibo, perché il cibo è  agricoltura, sostenibilità, mare, terra, gusto, ambiente e  paesaggio (http://www.salonedelgusto.com). Il salone vedrà la partecipazione di migliaia di persone provenienti  da tutte le parti del mondo, ma in particolar modo di oltre cinquemila tra contadini, pescatori, operai dei sapori provenienti  da tutte le parti del Pianeta. L’iniziativa ormai  collaudata da 30 anni nasce a difesa delle Piccole Identità – le tradizioni – legate all’Agricoltura  Familiare , a rischio di estinzione che ogni Territorio  è orgoglioso di avere.
Anche  le isole di Ischia e Procida, con i rappresentanti della condottalocale saranno presenti in particolare Roiccardo d’Ambra, lo chef Nello Patalano ,le socie Lucia Cenatiempo con Myriam e Roberta, racconteranno la nostra agricoltura isolana e in particolare le due eccellenze tipiche, fagioli zampognari e limoni. L’agricoltura  è del resto al centro del manifesto di Ventotene della “rete isole slow”, di cui fanno parte le condotte slow food dell’arcipelago delle isole venete, Giglio, Capraia, Elba, Ponza, Ventotene, Ischia Procida, le Eolie, Lampedusa, Cipro e Patmos (testo del manifesto di Ventotene CLICCA QUI manifesto-isole-slow )
“Mappare i territori e le loro caratteristiche storiche e culturali, ripristinare le filiere distributive che un tempo garantivano il corretto rapporto tra produzione e consumo agricolo e agroalimentare e che oggi possono rappresentare una opportunità di lavoro e di contrasto allo spopolamento” spiega il vicepresidente di Slow Food Italia e responsabile delle reti terriotoriali, Sonia Chellini.
“A Ventotene i delegati delle Isole Slow italiane hanno tracciato un nuovo percorso di rilancio della rete costituita nel 2005. L’agricoltura delle isole viene oggi più che mai riconosciuta come l’elemento distintivo che congiunge Salina e Ponza, il Giglio con Ischia e Procida. C’è bisogno – si è ribadito nel tavolo di lavoro che ha visto i rappresentanti degli arcipelaghi di Toscana, Campania, Lazio, Sardegna e Sicilia – di “volgere le spalle al mare” per ricercare una nuova prospettiva: individuare tutte le attività, che siano esistenti o da “inventare”, legate al lavoro e produzione agricola di qualità e rispettosa della biodiversità – valore intrinseco delle isole”.
Turismo e accoglienza non possono dunque prescindere dall’agricoltura, tanto più nelle isole. “A Ischia con il progetto ‘Profumo di Terra’ della condotta, ma soprattutto con la creazione dell’istituto agrario abbiamo gli strumenti per costruire il futuro, dovremmo solo non essere miopi e investire sul futuro della nostra isola” sostiene Silvia D’Ambra, fiduciario della condotta di Ischia e Procida.
Per questo motivo invito i giovani e le loro famiglie a valutare il piano di studi dell’Agrario, che non è un passatempo, ma una grande finestra sul futuro, visto che la produzione di cibo non potrà mai smettere di esistere. Non si diventa contadini, ma tecnici della terra e si impara a tutelare la biodiversità, ma anche ad utilizzare i super moderni strumenti di oggi. E’ per questo che andiamo tutti a Torino per raccontare la nostra agricoltura e la nostra identità”.

PROFUMO DI TERRA ANNO II

Lascia un commento

logo condotta

Agricoltura Familiare,

Orto e piccola zootecnia :

Benessere animale, Tecnica e norme

 Incontri di approfondimento e studio per appassionati e professionisti   di agricoltura

PRIMO APPUNTAMENTO

Sabato. 30 Gennaio 2016       ore 9.30 – 13.00 ; 16.00 – 17.30

domenica 31 Gennaio 2016   ore 9.30 – 13.00

SEDE :PROLOCO DI PANZA – Panza

 “Legislazione dell’Unione Europea su protezione e benessere animale: prospettive e opportunità”

A CURA : DOTT. PERRONE E DOTT. CITO – Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva

TEMA: Le norme devono soprattutto concorrere a migliorare la vita sociale e quindi nell’incontro si cercherà di avere una panoramica della legislazione europea su quanto attualmente previsto per la tutela degli animali d’allevamento compresi quelli dei piccoli allevamenti familiari che possono contribuire, anche se su piccola scala, a uno sviluppo sostenibile sia per l’economia che per l’ambiente.

Sabato 30 Gennaio 2016 ore 14.15 – 16.00

SEDE :PROLOCO DI PANZA

“La qualità alimentare , dal punto di vista nutrizionale, tossicologico, ambientale e sociale passa dal letame. ‘dai diamanti non cresce nulla, dal letame crescono i fiori’(f. de andrè)”

 A CURA: Dott. Stefano Pescarmona

agronomo e docente di Orticoltura all’università di Scienze gastronomiche di Pollenzo (CN)

TEMA: La qualità alimentare , dal punto di vista nutrizionale, tossicologico, ambientale e sociale passa dal letame. Ben compostato si intende.     Piante vitali, in grado di resistere meglio alle malattie e agli eccessi climatici, crescono soltanto su un suolo vivo, dotato di una buona frazione di sostanza organica e un’attività microbiologica sufficiente a garantire le complesse interazioni suolo-pianta. Per ottenere un buon processo di compostaggio, oltre conoscerne i principi elementari, risulta senz’altro importante partire da un ottimo letame proveniente da allevamenti dove vengono adottati le normative sul benessere animale e dell’allevamento biologico, evitando quanto più l’utilizzo di antibiotici e rispettando le esigenze alimentare caratteristiche della razza allevata.

SECONDO APPUNTAMENTO

Sabato 27 FEBBRAIO 2016          ORE 10.00 – 13.00 ; 14.30 – 16.30

Domenica 28 FEBBRAIO 2016   ORE 10.30 – 13.00

SEDE   centro polifunzionale Fontana – Piazza ARTURO TROFA (Serrara Fontana)

“L’omeopatia da cortile: curare animali da cortile (conigli e galline) in maniera economica, naturale e rispettosa dell’ambiente”

A CURA Paolo Rossetti- Veterinario Omeopata –

   Elettra Carletti – docente scuola omeopatia R. ZANCHI (CORTONA)

TEMA: Dopo una rapida descrizione di alcuni adempimenti igienici di apertura di un allevamento familiare, sarà illustrato un repertorio di rimedi omeopatici di pronto uso, soccorso e prevenzione per la tenuta economica e soddisfacente degli animali da cortile in maniera naturale

 

 DESTINATARI :

Piccoli Agricoltori, appassionati, allevatori amatoriali e chiunque abbia voglia di saperne di più. (appassionati di piccola zootecnia, l’attenzione la vorremmo dare in particolare ai conigli (ora si allevano principalmente in gabbia e qualcuno a terra), polli e un breve passaggio sulle capre. )

OBIETTIVO:

Iniziare una conversazione per avere una finestra importante sul mondo del cibo, clima, ambiente e soprattutto come la creazione di strumenti sociali possano sviluppare e tutelare una piccola economia identitaria.

COSTI

Iscrizione ad un unico incontro (w.e.) : 70,00 euro Iscrizioni a due incontri (1+2 week end) : euro 100,00 euro Include il work – lunch di sabato; materiale divulgativo e tessera slow food

 INFO PRENOTAZIONI  contattare

CEL. 340/7336816 (silvia) ; 3337100480 (Federica);3400530035 (Riccardo) 

  email f.dambra@libero.it

costi includono: materiale divulgativo, work-lunch del Sabato

IL FIDUCIARIO ONORARIO SEMPRE FIDUCIOSO

RICCARDO D’AMBRA

E CON ME ANCHE LORO FIDUCIOSE

SILVIA LUCIA LETIZIA E FEDERICA

15/12/2015 TERRAMADREDAY anno VII”son tutte belle le mamme del mondo e noi che figli siamo!”

Lascia un commento

logo terra madre day 2015IL TerraMadreDay: ANNO VII°

“SON TUTTE BELLE LE MAMME DEL MONDO e

NOI che figli SIAMO!”

DOVE:TRATTORIA IL FOCOLARE

PREZZO SOCI EURO 25
PREZZO NON SOCI EURO 30

PRENOTAZIONI TELEF. O81 902944 —340 7336816 silvia –340 0530035 riccardo — mail f.dambra@libero.it

CHE COS’E’?

LA GRANDE FESTA DEL CIBO LOCALE
…che si celebra oggi in tutto il Mondo SLOW FOOD nel MONDO:

IL CIBO LOCALE E’ QUEL CIBO CHE DA SEMPRE RICORDA LE NOSTRE RADICI,
LE NOSTRE TRADIZIONI.
QUELLO CHE CHIAMIAMO: DELLA NONNA!!!
E’ IN ATTO UN GRANDE DESIDERIO DI RISCATTO DEL CIBO,

IL RECUPERO DEL BUON CIBO!!!
UN BUON CIBO CHE SOLO LE MAMME CI POSSONO RESTITUIRE CON I LORO SAPERI!
MOLTO, MA MOLTO SPESSO MI SENTO DIRE CHE QUESTO RECUPERO E’ UN’UTOPIA, CHE GLI OGM, LA GLOBALIZZAZIONE SONO GIA’ IL PRESENTE: RASSEGNIAMOCI!

LO SCETTICISMO IMPERA, E’VERO, MA NON PENSO PROPRIO CHÉ LE MAMME SI RASSEGNINO:
LORO NON SONO UN’UTOPIA. LORO ESISTONO, ECCOME: ALTRO CHE UTOPIA!!!

***QUEST’ANNO SARA’ “UNA SERATA MOLTO SPECIALE”
DEDICATA AL “RANCIO IN TRINCEA, cosa mangiavano i nostri soldati…”
per ricordare il CENTENARIO dell’ENTRATA IN GUERRA 15/18, DELL’ITALIA
contro l’IMPERO AUSTRO-UNGARICO.
Vi presenterò un filmato che ho girato sui luoghi della Grande Guerra, Lo scorso Settembre. Ho intervistato ANZIANI FIGLI O NIPOTI DI REDUCI, affinché non si perda la MEMORIA STORICA di un conflitto….molto cattivo, e che ha cambiato il destino di tanti POPOLI!

CAPIREMO COME SONO CAMBIATE le abitudini alimentari di NOI ITALIANI, DOPO QUELLA GUERRA.
ECCO LE MAMME E I FIGLI CHE CUCINERANNO PER NOI:
1) MARIA CON I FIGLI STANI, LUCIO E PAOLO D’ORTA
2) CONCETTA CON LA FIGLIA LUCIA
3) CARMEN CON IL FIGLIO ENRICO
4) LUISA CON LA FIGLIA MARIA GRAZIA
5) PASQUALE PALAMARO E I SUOI PICCOLI GIOVANI CHEF
(CUCINERANNO IL RANCIO).

BIRRA ARTIGIANALE DI BENEVENTO ED ISCHIA, Un attenzione particolare alla zona del Sannio vittima del disastro ambientale di poco tempo fa.

AUTUNNO INVERNO IN CONDOTTA M.O.F. CARNE 16 – 17 – 18 NOVEMBRE

Lascia un commento

lunedi 16 novembre ;martedi 17 novembre ; mercoledi 18 novembre ore 15 – 17

DOCENTE SERGIO CAPALDO (ideatore e creatore de “LA GRANDA” )
prenotazione necessaria (entro lunedì 14/11) silvia 3407336816 / f.dambra@libero.it/
costo: prezzo 90,00 soci in regola;105,00 euro non soci ;
65,00 euro under 25 anni;singla lezione 35,00 euro (esclusa la tessera)

Le carni sono un alimento primario che negli ultimi anni è stato al centro di numerose riflessioni, critiche e previsioni aventi come oggetto il suo ruolo nella nutrizione quotidiana, la sua genuinità e, non meno importante, l’impatto sull’ambiente che hanno gli allevamenti.
Queste e altre tematiche importanti coinvolgono sempre di più il consumatore che sovente è spinto ad acquistare in grandi superfici commerciali approvvigionate da altrettanto grandi fornitori internazionali. Per poter quindi scegliere con consapevolezza il suo taglio di carne quotidiano il consumatore deve necessariamente comprendere quali sono le pratiche e gli elementi imprescindibili che contribuiscono a portare sui mercati e in tavola carni buone, salubri e con un prezzo adeguato.
Siamo convinti che un consumatore più sicuro delle conoscenze degli elementi che influenzano la qualità sia in grado di avvicinarsi di più agli allevatori locali di razze autoctone, acquistando direttamente da loro e motivandoli quindi a produrre carni sempre più salubri e gustose.
Le tre lezioni del corso di Carne intendono portare il consumatore a riflettere su questi argomenti preparandolo, attraverso consigli teorici e pratici, ad acquistare e a consumare tagli proveniente da allevamenti più sostenibili per gli animali, per l’ambiente e naturalmente anche per se stessi.

clicca per saperne di più :
http://www.slowfood.it/educazione/pagine/ita/master-of-food/corsi_bpg/dettaglio.lasso?-idc=179

Sergio Capaldo

http://www.slowfood.com/slowmeat/it/quanto-costa-un-hamburger/

Older Entries Newer Entries